• FOLLOW DOME ON:
CONTATTACI
DOME STUDIO
Via San Marco 1 - 20121 Milano (MI)
T. +39.02 65560377 - F. +39.02.29017666
Email: studio@domemilano.com
DOME SHOWROOM
Via San Marco 1 - 20121 Milano (MI)
T. +39.02 65560377 - F. +39.02.29017666
Email: showroom@domemilano.com
Orari apertura: Lunedì / Sabato 10.00 / 19.30
INDICE BLOG

Design anni ‘60: colori e forme no stop

22 GENNAIO 2018
Due Tube Chair di Cappellini, icone di design degli anni 60, in nero e in giallo poste in un salotto

Tuffati nel mondo del design degli anni ‘60: colori e forme a volontà per rendere il tuo interno un ambiente inedito

 

 

 

Il design degli anni ‘60 è una ventata di novità e di fantasia che entra nelle nostre case e ci rimane tutt’ora.

 

Gli anni ‘60 sono gli anni della musica dei Beatles, gli anni della pop-art di Andy Warhol e gli anni in cui moda e design diventano un fenomeno di tendenza che inizia a parlare alle masse.

 

La carica di innovazione e di cambiamento data dal background culturale si riflette in maniera diretta nelle icone di design degli anni ‘60. Oggetti colorati e dalle forme insolite iniziano a popolare le case.

La ricerca del nuovo e dell’originale sembra un dictat assoluto: niente dev’essere scontato o tradizionale. Materiali, forme e colori sono accostati per scioccare e colpire l’osservatore, con una carica adrenalinica da Twist and Shout.

Grazie alla sua forza e alla sua vivacità, gli amanti dello stile anni ‘60 sono ancora molto numerosi. Se anche voi siete dei fan dei colori sgargianti e dell’anticonvenzionale, ecco cinque complementi d’arredamento che contribuiranno a rendera la vostra abitazione un icona dello stile anni ‘60.

 

Create nel 1961, simbolo di colore nelle nostre case e oggetto d’arredo tra i più chic in assoluto, le Bolle di Venini sono un autentico simbolo del design anni ‘60. La caratteristica principale delle Bolle, disegnate dal finlandese Tapio Wirkkala, è l’uso di diversi colori accostati tra loro. Forme e colori diversi si susseguono in una sequenza armonica. Dalle Bolle strette e allungate a quelle basse e larghe, l’alternarsi di questi volumi sembra ricorrere a qualche legge d’equilibrio universale.

 

Primo esempio di seduta monoblocco, realizzata esclusivamente con schiume poliuretaniche - materiale per eccellenza di quel periodo - Boborelax è l’incarnazione stessa dello spirito degli anni ‘60. La prima cosa che salta all’occhio con Boborelax, è la sua forma iconica e allo stesso tempo innovativa; il tutto ricoperto da un rivestimento in tinta unita che dona un forte impatto di colore all’ambiente.

Boborelax è un oggetto che stupisce due volte: al primo sguardo, per la sua forma inusuale, e alla prima seduta, per la sua straordinaria comodità!

 

Un altra poltrona simbolo di questi anni è senza dubbio la poltrona a Sacco di Zanotta: una vera rivoluzione per le sedute domestiche!

Sacco muta radicalmente ogni concetto di poltrona pre-esistente. Realizzate esclusivamente con palline di polistirolo espanso ad alta resistenza, Sacco è una poltrona adattabile a ogni tipo di seduta: composta per la lettura, distesa per un riposino, rilassata per vedere film o per chiacchierare… Basta posizionarla, distendersi e questa prende agevolmente la forma del nostro corpo, adattandosi a ogni nostra forma.

Sacco è la poltrona ideale sia per grandi che per bambini, un vero oggetto da vivere e da gustare in ogni circostanza.

 

Arriviamo ormai alla fine del decennio con altre due poltrone che hanno rivoluzionato l’idea di poltrona moderna: Up_5 di B&B Italia e la Tube Chair di Cappellini.

Entrambe realizzate nel 1969 queste poltrone sono una sintesi di tutto lo stile del design anni ‘60: colorate, innovative e provocatorie.

La Tube Chair - oggi nella collezione permanente della Triennale e del MOMA di New York - è composta da quattro tubi di varie dimensioni, uniti tra loro da un gancio che ne consente il riposizionamento a seconda del tipo di seduta che vogliamo ottenere. La Tube Chair è un oggetto divertente e iconico, dalla forma scherzosa e altamente originale, adatto per ambienti dallo stile estroverso che non conosce confini di alcun limite.

Una forma evocatrice è invece la caratteristica della poltrona Up_5, le cui fattezze ricordano le rotondità e superfici di un corpo femminile.

Fin dalla sua creazione Up_5 si mostrò come uno dei più eclatanti simboli del design moderno: estroverso, che non teme il confronto con il passato.

 

Tra tutte le icone di design degli anni ‘60 è stato davvero difficile estrapolarne soltanto un paio da mettervi in primo piano.

 

A chi sono piaciute queste proposte ed è appassionato del roboante stile anni ‘60, vi consigliamo di fare un salto da Dome per vedere tutte le strategie che vi permetteranno di portare un po’ d’atmosfera anni ‘60 in casa vostra!

Tube Chair di Cappellini, icona di design degli anni 60, in arancione posta in un salotto
Up_5 di B&B Italia in rivestimento, icona di design degli anni 60, posto in un salotto con vista dal
Up_5 di B&B Italia in rivestimento, icona di design degli anni 60, posto in un salotto con vista dal
Boborelax di Arflex in tessuto rosa, icona di design degli anni 60, posta in una camera da letto
Boborelax di Arflex in tessuto rosa, icona di design degli anni 60, posta in una camera da letto
Poltrone a sacco di zanotta, icone di design degli anni 60, poste in un soggiorno
Poltrone a sacco di zanotta, icone di design degli anni 60, poste in un ambiente outdoor